Le Olimpiadi di Tokio 2020 si faranno nel 2021: “Rinvio obbligato per la pandemia”

Le Olimpiadi di Tokio 2020 si faranno nel 2021: “Rinvio obbligato per la pandemia”

Le Olimpiadi di Tokyo sono state rinviate al 2021 per l’emergenza coronavirus.

Lo hanno annunciato il Cio e il comitato organizzatore dei Giochi.

“La diffusione senza precedenti e imprevedibile del coronavirus ha visto il peggioramento della situazione nel resto del mondo. Il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha dichiarato che la pandemia sta accelerando”, sottolinea il Comitato olimpico internazionale nel comunicato ufficiale.

In precedenza, il premier nipponico Shinzo Abe aveva reso noto di aver concordato il rinvio con il presidente del Cio, Thomas Bach.

“Inizialmente era uscita la notizia come se le Olimpiadi fossero state spostate di un anno, non è così. Il documento recita che chiuso il 2020, le Olimpiadi si potranno fare al luglio del 2021 ma forse anche a giugno, ad aprile, a marzo ma è sempre legato al fatto che l’agenda la detta il coronavirus”.

Lo ha spiegato il presidente del Coni e membro del Cio, Giovanni Malagò, dopo la decisione del Cio di spostare le Olimpiadi di Tokyo al 2021.

“Abbiamo pensato soprattutto alla salute degli atleti, ma anche degli altri soggetti coinvolti nella manifestazione, facendo in modo di salvaguardarla. Cercheremo di organizzare le Olimpiadi nel periodo estivo del 2021. Serviranno sacrifici e compromessi da parte di tutte le parti”, ha spiegato il presidente del Cio Bach, riferendosi a organizzatori, atleti, federazioni, comitato olimpico internazionale.

“Vorrei inviare un segnale d’incoraggiamento a tutti gli atleti in modo che continuino a prepararsi per le Olimpiadi di Tokyo 2020 con grande fiducia e impegno. Da parte nostra continueremo a supportarli e così faremo con i rispettivi Comitati olimpici nazionali. Invieremo anche aggiornamenti dal sito online, in modo che tutte le info necessarie siano alla portata di tutti”, ha aggiunto Thomas Bach. “Tutti dovranno fare dei sacrifici, anche economici: dagli atleti alle Federazioni, agli addetti ai lavori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *